Le statue per ufficio più apprezzate, sette idee per arricchire lo studio

Dalla Venere di Milo alla Lupa Capitolina, ti raccontiamo la storia e i significati di sette delle statue per ufficio più apprezzate dai nostri clienti. Sette idee per arredare lo studio con personalità.

Sette statue per l’ufficio che sanno trasmettere grazia e personalità

Paolina Bonaparte Borghese

Riproduzione della celebre scultura di Antonio Canova realizzata fra il 1804 e il 1808. Paolina Borghese è raffigurata a seno scoperto, distesa su due cuscini e un morbido materasso. Chiaro è il riferimento alla mitologia greca e limpida la bellezza armoniosa di questo pezzo che appartiene ai capolavori della Storia dell’Arte.

La statua della Venere di Milo

Scultura del periodo ellenistico che da secoli è modello di grazia e bellezza nel senso classico del termine. Ancora oggi la scultura è considerata da molti come una delle più significative opere a rappresentazione della femminilità e delle virtù della donna in senso più ampio.

David di Donatello

Riproduzione della scultura bronzea realizzata dal Maestro attorno al 1440. Questo pezzo è considerato l'emblema dell'intero Quattrocento italiano. I suoi significati non sono ancora del tutto svelati, ma l’umanità dell’eroe e gli infiniti dettagli sanno rapire lo sguardo di chi la osserva.

Il Discobolo 

Un altro saggio dell’eccellenza scultorea del Mondo Antico, il Discobolo è senza alcun dubbio uno dei monumenti più celebri della Storia dell’Arte. Fusa con tutta probabilità per omaggiare la città di Sparta, la scultura rappresenta un atleta nell'atto di scagliare il disco.

La statua della giustizia

Intrisa di valori che ancora oggi reggono la nostra società, la statua della Dea Themis va oltre i concetti di armonia e di bellezza tipicamente ricercati nella scultura del Mondo Antico. Qui si arriva a un’avanguardia concettuale che sembra anticipare la Rivoluzione Francese. La sua riproduzione in scala non abbellisce soltanto l’ambiente, ma lo arricchisce di significati unici.

Il Leone Marzocco

Simbolo di Firenze e del suo orgoglio popolare, il Leone Marzocco è una scultura che porta con sé tutti gli attributi della città Toscana. L’animale totemico viene raffigurato in modi diversi a seconda dell’autore. La sua versione più famosa è, senz’altro, il Marzocco di Donatello, riprodotto in scala nella nostra collezione.

La Lupa Capitolina  

Da Firenze fino a Roma, il leone diventa lupa. La celebre scultura bronzea conservata nei Musei Capitolini è il simbolo dell’Urbe. Le sue origini sono, tuttavia, etrusche. Una curiosità: nell’originale Romolo e Remo furono aggiunti in epoca rinascimentale dallo scultore Antonio Pollaiolo.

Per informazioni sulle statue della collezione, contatta lo staff

Comments (0)

Product added to wishlist
Product added to compare.