arredamento
18/02/2019

Regali tipici da portare quando visiti Firenze?

Andare in giro a fare shopping è d’obbligo in ogni periodo dell’anno, ma soprattutto quando si è in vacanza: acquistare qualche souvenir da portare a casa come ricordo del tempo trascorso a Firenze è qualcosa a cui non si può rinunciare!

Firenze è piena di negozi che vendono oggetti carini, ma se l’obiettivo è quello di tornare a casa con prodotti veramente tipici allora la scelta non può che ricadere su una lista specifica di prodotto

Vino toscano

In cima alla lista, c’è – ovviamente – il souvenir perfetto della Toscana, ovvero il VINO. Dal Chianti al Brunello, l’intera regione produce vini eccellenti, sia rossi che bianchi, molti dei quali non si trovano facilmente all’estero. Da quelli più invecchiati – e dal sapore più forte e deciso – ai novelli, più leggeri, troverai quello che fa al caso tuo. Sia grandi che piccoli produttori lavorano al meglio per dar vita ad alcuni tra i vini più pregiati al mondo ed una bottiglia o due sono souvenir perfetti sia per amici che per parenti (oltre che per noi stessi), sia che si sia scoperto da poco il fantastico mondo vinicolo toscano, sia che si sia degli intenditori.

La maggior parte dei bar e delle enoteche offre degustazioni di vino, quindi è possibile provare prima di acquistare, ma ad ogni modo il consiglio migliore rimane quelli di comprare le bottiglie direttamente alle cantine che si visita per evitare di avere alcun tipo di brutta sorpresa. Una volta terminata la vacanza, si può portare con noi il vino ma, a seconda di dove si abita, si potrebbe avere non poche limitazioni fisiche, come quelle imposte dalla maggior parte delle compagnie aeree che non consentono di viaggiare con più di due bottiglie a persona. Una cosa da considerare, questa, se si sceglie di acquistare il vino come souvenir.

 Olio d’oliva

(leggermente modificato) Anche se probabilmente è possibile trovare l’olio d’oliva nei propri negozi locali a casa, perché non portare la roba buona dalla Toscana. Come con la maggior parte dei prodotti locali a Firenze, è difficile trovare un cattivo olio d’oliva. I tipi di oli variano, quindi è sempre bene assicurarsi di conoscere lo scopo di utilizzo (cucina, condimento per l’insalata, pane, ecc.) prima di acquistarlo. Se l’obiettivo è quello di concedersi qualcosa di incredibile, allora bisogna andare a prenderlo dai piccoli produttori locali, preparandosi però a pagare decisamente di più e sapere cosa cercare. Qualunque cosa si scelga, sarà un grande regalo per quasi chiunque sulla lista.

FORMAGGI E TARTUFI

La Toscana è un paradiso per chiunque ami il buon cibo! Dai pecorini freschi e stagionati, alle carni tipiche locali ed agli affettati come la fincchiona, dai tartufi freschi – o con cui è stato insaporito l’olio si avrà voglia di fare una vera scorpacciata di queste delizie, non tanto per gli altri, quanto per noi stessi.

Cuoio

La Toscana è veramente famosa per la sua pelle, ci sono pelletterie in tutta la città da generazioni di pellettieri che vendono stupende borse, giacche, cinture e portafogli di qualità, ma i prezzi possono sicuramente andare alti. Se si vuol rimanere nel budget, è bene optare per piccoli articoli in pelle come portafogli, cinture o anche un bel portachiavi in ​​pelle come segno di riflessione per colleghi o amici.
La pelle in Toscana era solitamente prodotta nei principali centri urbani costruiti nelle vicinanze dei fiumi, da Pisa a Firenze. Purtroppo, però, il processo produttivo della pelle ha, come conseguenza più significativa, un forte e cattivo odore, che da un certo punto in poi cominciò a non esser più tollerato all’interno dei confini cittadini, soprattutto a Firenze, motivo per cui la produzione venne spostata a valle dei fiumi, anzichè a monte, concentrandosi principalmente intorno alla città di Santa Croce sull’Arno.

A Firenze, si trovano ancora molti negozi con prodotti in pelle che recano l’etichetta “made in Tuscany”, dalle scarpe alle borse, dalle cinture ai giacchetti; la parte difficile consiste nel trovare questi oggetti autentici tra i molti venditori che offrono oggetti in pelle realizzati in Italia ma non con pelle italiana. Per cui, prima di acquistare, è bene fermarsi e chiedere informazioni su come vengono realizzati questi prodotti, da chi e come; i veri artigiani, quelli che li fanno tutti a mano, sono ben fieri ed orgogliosi di mostrare le loro creazioni!

Ceramiche Toscane

La ceramica in Toscana ha una lunga tradizione, erano infatti molto importanti già durante il Rinascimento, soprattutto quando i fratelli Della Robbia, nella loro bottega, cominciarono a creare quei colori considerevolmente brillanti – i gialli, i verdi, i blu ed i bianchi – leggermente smaltati per decorare le loro opere in terracotta che, ancora oggi, arricchiscono chiese ed edifici della città del Rinascimento (basti pensare ai famosi bambini fasciati che decorano l’esterno dell’Istituto degli Innocenti in Piazza Santissima Annunziata). Vassoi, piatti, brocche e molti altri oggetti erano ampiamente ricercati per decorare le case più illustri della nobiltà fiorentina nel corso dei secoli.

Oggi, le ceramiche non vengono più, generalmente, prodotte in città, ma nei dintorni di Firenze: sin dall’epoca rinascimentale, le maggiori famiglie erano solite commissionare collezioni e serviti in ceramica a Montelupo Fiorentino (facendo crescere d’importanza nel tempo lo stile della majolica), all’Impruneta (più conosciuta per la sua produzione di terracotta) e a Sesto Fiorentino, dove i vasai locali impararono l’arte della produzione di porcellana.

in particolare nelle zone di Montelupo Fiorentino e Impruneta vicino Firenze; anche la porcellana, varietà più prestigiosa della ceramica, è abbastanza famosa a Firenze grazie alla fabbrica Ginori a Sesto Fiorentino.

La ceramica, come il vino, è molto delicata da trasportare, ma se si cerca il regalo perfetto che possa durare una vita, ricordo dei momenti bellissimi vissuti in Toscana – o il souvenir da regalare per un’occasione speciale ad amici o parenti – si è trovato quello giusto. Un vassoio, un set da tè o caffè, o un’intera collezione da tavola: si tratta di investimenti, è vero, ma bisogna considerare che dureranno una vita e che sono di altissima qualità. Gli artigiani poi, sono sempre felici di collaborare con chi acquista per creare degli oggetti unici: molti, infatti, sono disponibili a disegnare qualcosa di speciale su commissione, prendendosi cura di spedirtlo anche a casa una volta pronto.

GIOIELLI IN ORO

Sin dal primo Rinascimento, Firenze è stata una fucina di mastri orafi, che non creavano soltanto gioielli da indossare come accessori, ma vere e proprie opere d’arte in oro, argento e pietre preziose per famiglie private ma soprattutto per la chiesa e per gli ufficiali pubblici, da indossare durante le cerimonie. Se si volesse ammirare questi preziosi capolavori del passato, si può visitare il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, dove è possibile fare un salto indietro nel tempo, immaginando per un istante come ci si potesse sentire ad indossare e ad usare quelli che erano oggetti quotidiani di così tanto valore, solo per il gusto di mostrare le proprie capacità economiche e finanziarie.

PROFUMI

Un’altra tradizione nata secoli addietro, quando tutti si affidavano ai farmacisti del periodo che mescolavano lozioni, sciroppi e tisane curative – tra cui estratti di fiori, piante ed erbe per il puro piacere del loro profumo. Oggi, questi “miscugli” si presentano sotto forma di essenze e profumi, anche se questi ultimi possono essere più difficili da regalare a qualcuno, dato che sono molto personali. In voga sono soprattutto le essenze per la casa, tanto che alcune aziende si sono specializzate in questo settore

0 commenti

Non ci sono ancora commenti su questo documento.

Commenta per primo Clicca qui.

 
Andare in giro a fare shopping è d’obbligo in ogni periodo dell’anno, ma soprattutto quando si è in vacanza: acquistare qualche souvenir da portare a casa come ricordo del tempo...
 
A Firenze l’arte di casa, le statue sono ovunque, ma c’è da stare attenti perchè alcune di quelle esposte a cielo aperto sono copie e non originali....
 
Le riproduzioni di statue famose possono essere un’ottima idea per arredare la propria casa, soprattutto per portare quella che è la tradizione dell’arte italiana, e anche straniera, tra le mura...
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto