Blog
michelangelo buonarroti, cappelle medicee
21/01/2018

Michelangelo Buonarroti: le statue della Sagrestia Nuova delle Cappelle Medicee (Firenze)

Michelangelo Buonarroti, Lorenzo de' Medici, Crepuscolo, Aurora
Michelangelo Buonarroti: tomba di Lorenzo de’ Medici con Crepuscolo e Aurora
Michelangelo Buonarroti, Giuliano de' Medici, Giorno, Notte
Michelangelo Buonarroti: tomba di Giuliano de’ Medici con Giorno e Notte

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Cappelle Medicee sono ai nostri giorni un museo statale di Firenze e luogo di sepoltura della famiglia Medici, ricavato da alcune aree della basilica di San Lorenzo a Firenze, al quale si accede dal retro della chiesa, in piazza Madonna degli Aldobrandini. Le due parti principali che si visitano sono prolungamenti dell’abside della basilica: la Sagrestia Nuova, edificata da Michelangelo dal 1519 in un decennio circa, e la grande cappella dei Principi, del secolo successivo.

Alla Sagrestia Nuova, edificata da Michelangelo a più riprese tra il 1521 ed il 1534, si accede attraverso un corridoio dalla Cappella dei Principi, mentre la porta che permette di entrare nella basilica oggi è chiusa. Commissionata da Papa Leone X e dal cardinale Giulio de’ Medici (futuro Clemente VII), Michelangelo Buonarroti la realizzò partendo dalla stessa pianta della Sacrestia Vecchia del Brunelleschi e divise lo spazio in forme più complesse, con archi trionfali che si aprono su delle specie di absidi. Incassati nelle due pareti laterali realizzò i sepolcri monumentali dedicati a Giuliano de’ Medici duca di Nemours e suo nipote Lorenzo de’ Medici duca di Urbino, per i quali scolpì tre statue ciascuno: le Allegorie del Tempo, adagiate sopra i sepolcri, e i ritratti soprastanti dei Duchi. Per la tomba di Giuliano de’ Medici, seduto in fiera postura, scelse il Giorno e la Notte; per quella di Lorenzo de’ Medici, in posa malinconica e pensierosa, il Crepuscolo e l’Aurora.

Entrambe le statue guardano verso il centro della cappella dove Michelangelo realizzò e pose una Madonna con Gesù in grembo. Volgendo il loro sguardo alla rappresentazione sacra i duchi esprimono le inclinazioni religiose dell’artista, secondo il quale, quando le glorie terrene passano, solo la spiritualità e la religione riescono a dare sollievo alle inquietudini degli uomini. Completano il corredo le statue dei Santi Cosma e Damiano, di seguaci di Michelangelo.

Sotto l’altare sono sepolti anche Lorenzo il Magnifico e suo fratello Giuliano de’ Medici, per i quali non ci fu mai il tempo per costruire una sepoltura monumentale: nel 1534, infatti, Michelangelo partì definitivamente da Firenze e lasciò l’opera incompiuta.

Su Ginger Shop Online, souvenirs, statue, idee regalo e gadgets made in Italy, potete acquistare le riproduzioni delle statue di Michelangelo Buonarroti in evidenza in questo articolo.

0 commenti

Non ci sono ancora commenti su questo documento.

Commenta per primo Clicca qui.

 
Vi siete mai chiesti quali potessero essere le origini dell’arazzo e dell’arte che prevede l’utilizzo dei tessuti come elemento decorativo? Gli arazzi sono molto apprezzati da tantissimi estimatori, e possono...
 
Vi piacerebbe acquistare delle palle di Natale in ceramica, in modo da rendere davvero unico il vostro albero, ma non sapete a quale stile rivolgervi? Sappiate che esiste un luogo...
 
Città di arte e cultura per eccellenza, Firenze è ricca di tesori e meraviglie ed è impossibile tornare a casa senza aver acquistato alcuni souvenir come ricordo della vacanza trascorsa...
 
Portare a casa dei souvenir in ricordo di un’esperienza di viaggio vissuta è la cosa più normale e più usuale che ognuno di noi non manca di fare, una sorta...
 
Chi non ha mai ricevuto un souvenir nella propria vita? Esso è un regalo, più o meno gradito, che tutti si sono ritrovati in casa almeno una volta nella vita....
 
Tra i souvenir che si possono regalare, quelli che si possono anche acquistare per se stessi, spicca sicuramente l’arazzo. Questo è un oggetto forse non ancora molto diffuso, ma che...
 
Leone di San Marco – Venezia Per Leone di San Marco o Leone Marciano o Leone Alato si intende la rappresentazione simbolica dell’evangelista san Marco, raffigurato in forma di leone...
 
L’arazzo è una forma di arte tessile che si pone a metà strada tra l’artigianato e la rappresentazione artistica. Tecnicamente è un tessuto a dominante di trama (poiché a lavoro...
 
  La Pietà Bandini , Pietà Fiorentina, o del Duomo/dell’Opera del Duomo, è una scultura marmorea (h. 226 cm) di Michelangelo Buonarroti , databile al 1547-1555 circa e conservata nel Museo dell’Opera del Duomo...
 
                Le Cappelle Medicee sono ai nostri giorni un museo statale di Firenze e luogo di sepoltura della famiglia Medici, ricavato da alcune...
 
La fama di queste quattro imponenti statue (riproduzioni in vendita su Gingershoponline ) è dovuta soprattutto al suggestivo e potente stato incompiuto. I nomi delle quattro sculture vennero stabiliti solo nell’Ottocento,...
 
La statua della  Nike di Samotracia venne scolpita a Rodi in epoca ellenistica per commemorare la vittoria della lega delio-attica nella battaglia dell’Eurimedonte, in cui il re siriano Antioco III combatté contro un’alleanza...
 
La Pietà di Michelangelo è una scultura marmorea (altezza 174 cm, larghezza 195 cm, profondità 69 cm) di Michelangelo Buonarroti, databile al 1497-1499 e conservata nella basilica di San Pietro in Vaticano a...
 
Quando si viene a Firenze non mancano i posti da visitare. Uno di questi è sicuramente il giardino delle Rose. Il giardino delle Rose a Firenze è un parco nella...
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto