souvenir
25/06/2019

I Souvenir più venduti al mondo: ecco la classifica

Chiunque ami viaggiare, almeno una volta nella vita, ha messo gli occhi su un souvenir, una tipologia di oggetti che volente o nolente sa farsi notare, incuriosisce l’osservatore, attira l’attenzione.

Tutti noi siamo rimasti affascinati almeno da uno dei tanti oggetti che affollano i negozietti di souvenir sparsi nelle città e nei borghi d’arte, chiedendoci se prenderlo o non prenderlo, se tenerlo o regalarlo ad un amico o ad un parente. Moltissime persone ne hanno fatto una vera e propria mania, con gli scaffali e le vetrinette di casa che traboccano di ricordi provenienti da ogni angolo del pianeta, a mò di trofei personali, in grado di riportare alla mente luoghi, persone ed esperienze appartenenti ad un passato più o meno remoto. I souvenir sono oggetti il cui valore economico differisce da quello morale, essendo impreziositi da un significato profondo, spesso legato alle esperienze e al luogo di provenienza. Ecco spiegato perché esistono tantissimi collezionisti di souvenir che, oltre al desiderio di possedere articoli di ogni genere e dalle caratteristiche più svariate, ne ricordano dettagliatamente l’origine e tante altre peculiarità in grado di aumentarne il valore intrinseco. Ma quali sono i souvenir più venduti al mondo? Abbiamo provato a fare una lista degli oggetti più diffusi, che non possono e non devono mancare in alcuna collezione che si rispetti.

La classifica dei souvenir più venduti al mondo

Cominciamo subito nominando un grande classico, un’icona assoluta della musica rock. Probabilmente, non esiste souvenir più diffuso delle t-shirt dell’Hard Rock Cafè. Il locale più celebre al mondo, che conserva molte delle vestigia dei cantanti e dei performer più famosi di sempre, costituisce un vero e proprio punto di riferimento turistico per ogni città in cui sorge: certo, esistono migliaia di locali e ristoranti a buon prezzo, eppure chiunque si trova a passare davanti a un Hard Rock Cafè non può resistere alla tentazione di entrarvi ed ordinare qualcosa. Quasi tutti i souvenir in vendita sono abbastanza costosi, ma sono di elevata qualità e spesso risultano introvabili altrove, ragion per cui non mancano le persone che non badano a spese. Sempre in tema di musica, è impossibile non citare i gadget relativi alle band musicali più note. Nel Regno Unito, ad esempio, i souvenir più venduti in assoluto (e non soltanto nelle città di Londra e Liverpool) sono quelli che ritraggono i Beatles. E ne esistono tantissime tipologie diverse: spille, borsette, cuscini, tazze, statuette, t-shirt, porta chiavi, etc. Ce n’è davvero per tutti i gusti. Se quelli dei Fab Four sono probabilmente i più diffusi, in giro per il mondo è facile imbattersi in oggetti e souvenir relativi ad altri gruppi musicali celebri, quali i Rolling Stones, gli ACDC, i Metallica, gli Iron Maiden e tantissimi altri. E non vi è alcun dubbio riguardo al fatto che il desiderio di avere un souvenir del proprio cantante o musicista preferito sia una cosa che riguardi praticamente tutti! La musica piace a chiunque ed ha un potere eccezionale anche sui semplici appassionati, nonostante i monumenti architettonici non siano affatto da meno. Ed è per questo che nella presente classifica non potevano mancare i classici souvenir che ritraggono opere e monumenti famosi, quali la Tour Eiffel, la Statua della Libertà, il Colosseo, il David di Michelangelo, Amore e Psiche, ma anche i busti di personaggi celebri e tanto altro ancora. Chi non ha lo sportello del frigorifero cosparso di magneti provenienti dai quattro angoli del mondo? Basta entrare in una casa qualunque per farsi un’idea della straordinaria diffusione di questi oggetti tanto discreti quanto utili. Possono essere utilizzati, infatti, per mettere in evidenza messaggi personali, la lista della spesa, fotografie e tanto altro ancora. Trovarli è facilissimo, considerato che qualsiasi negozio di souvenir abbonda di magneti riportanti le immagini più disparate: a Città del Vaticano è molto facile trovarne di raffiguranti il Papa o la Basilica di San Pietro, mentre altrove ve ne sono centinaia che raffigurano quadri, opere famose, monumenti e persino lo skyline della città. È possibile trovare calamite che ritraggono Ponte Vecchio, Santa Maria in Fiore, i Faraglioni di Capri, le Dolomiti e tantissime altre località iconiche. Inoltre, quasi tutti i magneti sono reperibili in diverse forme e misure e adatti a qualsiasi esigenza. Tra i souvenir più venduti al mondo non potevano mancare loro, le tazze riportanti il nome della città in cui sono state acquistate. C’è chi ne possiede collezioni infinite e chi beve sempre e soltanto nella stessa, essendovi particolarmente affezionato. Che si tratti di tazze che riportano il nome della città, piuttosto che un pensiero più complesso o un’illustrazione, rinunciarvi è quasi impossibile. A Bran, in Transilvania, nei pressi del Castello di Dracula, sono in vendita persino tazze decorate a mano che ritraggono il conte Vlad III di Valacchia. Impossibile prescindere da un altro souvenir in grado di fondere ricordi e utilità: stiamo parlando dei porta chiavi, ormai declinati in tutte le forme possibili ed immaginabili. Chi è stato a Roma ne avrà quasi certamente acquistato uno a forma di Colosseo, mentre chi è appena tornato da Parigi è molto facile ne sfoggi uno che ritrae la Tour Eiffel. In Giappone ne hanno creati addirittura a forma di lottatori di Sumo, sport tradizionale giapponese basato sulla lotta corpo a corpo. I contendenti possono essere soltanto uomini, quasi tutti estremamente in carne. I porta chiavi che li raffigurano, però, sanno essere davvero irresistibili. La classifica dei souvenir più venduti al mondo termina con un altro grande classico, presente all’interno di milioni di abitazioni di tutto il mondo. Stiamo parlando delle bamboline di legno tipiche della Russia, tutte di diverse dimensioni, smontabili e ognuna alloggiata all’interno di quella più grande. La matriosca è il tipico souvenir russo, vera icona dell’arte popolare di questo Paese.

I souvenirs più belli del mondo

Certo, esistono souvenir particolarmente diffusi, esattamente come lo sono quelli elencati nel paragrafo precedente, ma è necessario citare anche quelli più suggestivi. E trovarne di veramente affascinanti, in grado di conquistare al primo sguardo, non è affatto difficile, soprattutto in città d’arte come Firenze, Napoli o Venezia, nelle quali artisti ed artigiani non disdegnano di creare manufatti capaci di fondere eleganza e raffinatezza formale con alcuni simboli cittadini. Riproduzioni di opere d’arte realizzate con materiali pregiati come il marmo o l’alabastro, ma anche arazzi e cuscini prodotti a mano utilizzando tessuti pregiati. Questo e molto altro è possibile trovare all’interno delle tante botteghe che riempiono città e borghi storici dello Stivale, capaci di soddisfare non soltanto i collezionisti, ma anche coloro che desiderano qualcosa di più di un semplice soprammobile. È possibile trovare di tutto, dagli articoli più semplici fino a quelli più ricercati ed originali, spesso esaltati da un design e da alcuni riferimenti artistici di grande valore. Insomma, il mondo dei souvenir è molto più ampio di quel che si possa immaginare, ragion per cui vale la pena scoprirne tutti i segreti più interessanti!

Articolo tratto da questo

0 commenti

Non ci sono ancora commenti su questo documento.

Commenta per primo Clicca qui.

 
Il mondo dei viaggi non è mai stato così brulicante d’attività come oggi, specialmente grazie ai prezzi sempre più permissivi offerti dalle compagnie aeree low cost ed il crescente interesse...
 
Le meraviglie della Toscana: dalle colline alle… idee per souvenir...
 
I souvenir sono divenuti non solo il fulcro del business delle mete turistiche, ma anche un oggetto che i viaggiatori acquistano con grande frequenza e piacere. Vediamo quali fattori comportano...
 
Chiunque ami viaggiare, almeno una volta nella vita, ha messo gli occhi su un souvenir, una tipologia di oggetti che volente o nolente sa farsi notare, incuriosisce l’osservatore, attira l’attenzione....
 
La Loggia della Signoria o dei Lanzi – Firenze In piazza della Signoria, “accerchiata” dal palazzo degli Uffizi, si trova un capolavoro dell’architettura medievale: la Loggia della Signoria, realizzata intorno al 1380 per...
 
Ed ecco che le vacanze stanno per volgere al termine e, come ogni volta, ci stiamo interrogando su quale sia il regalo migliore da portare ai nostri cari, beh, ecco...
 
Come sorprenderla con un souvenir: simbolo del pensiero Da qualsiasi viaggio si ritorna con gli occhi pieni di immagini nuove, profumi, tradizioni e soprattutto storia....
 
Da semplice simbolo a gesto d’amore, la rappresentazione di un capolavoro d’arte sacra è un’ottima idea regalo per portare un angolo d’arte nel cuore di chi amiamo...
 
Arredare mediante l’arte è sicuramente un mezzo ad hoc per personalizzare e rendere unica la vostra casa....
 
Quando il ricordo si trasforma in emozione...
 
Regalare arte a chi si ama è forse il modo più bello di comunicare amore, perché del resto, anche l’amore è un’arte!...
 
La Lupa capitolina è una scultura di bronzo, custodita ai Musei Capitolini, a dimensioni approssimativamente naturali. Viene tradizionalmente considerata di fattura etrusca, si ritiene che sia stata fusa nella bassa...
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto