souvenir
08/07/2019

I souvenir: come mai piacciono così tanto ai turisti

I souvenir sono divenuti non solo il fulcro del business delle mete turistiche, ma anche un oggetto che i viaggiatori acquistano con grande frequenza e piacere.
Vediamo quali fattori comportano tale scelta e quali sono le tendenze che contraddistinguono la maggior parte dei turisti.

I souvenir e la testimonianza del viaggio

Una motivazione molto semplice che spinge i turisti ad andare alla ricerca di un souvenir è rappresentata dalla voglia di entrare in possesso di un oggetto che testimoni il suo viaggio.
Che si tratti di una calamita da frigo oppure di un oggetto dalle grandi dimensioni poco importa: ciò che interessa veramente al turista è avere un ricordo di quella vacanza da portare a casa propria.
Non a caso questa motivazione è da ricercare nei secoli passati, quando i ricchi viaggiatori si concedevano il lusso di portare a casa propria un pezzo, inteso come materiale di costruzione, di una delle strutture importanti delle città nelle quali si recavano, definita già ai tempi come azione completamente illegale, oggi punibile con sanzioni abbastanza salate.

Il collezionismo dei turisti

Molti turisti, quando organizzano una vacanza, scelgono la meta basandosi sui souvenir in loro possesso e questo poiché il prossimo viaggio deve essere necessariamente svolto in un luogo dove ancora non si sono recati.
La voglia di ampliare la propria collezione di “trofei”, come spesso vengono definiti dagli amanti dei viaggi, rappresenta la vera motivazione che comporta la decisione di una meta turistica differente rispetto alle precedenti, anche se in queste il divertimento e la soddisfazione si sono assestati sui massimi livelli.
Anche in tal caso scatta la ricerca di un oggetto che possa essere testimone della propria partenza ma, a differenza della motivazione precedente, il turista cercherà un souvenir che sia in linea con la tematica della sua collezione.
Se quindi si è sempre prediletto un oggetto di piccole dimensioni, il viaggiatore non cambierà assolutamente target ma, al contrario, studierà quali possono essere i souvenir che potranno essere acquistati, affinché la sua collezione sia caratterizzata da un nuovo pezzo da mettere in bella mostra assieme agli altri.

I souvenir, l’oggetto ideale per un regalo

Quando un turista viaggia, amici e parenti che non andranno in vacanza con lui pongono solo una richiesta, ovvero portare a loro un dono della città nella quale deciderà di recarsi.
Ecco quindi che scatta la ricerca di un oggetto, spesso di valore economico medio, in grado di soddisfare sia le esigenze di chi deve spendere, ma anche di coloro che riceveranno quel determinato regalo.
Il mercato dei souvenir si basa parecchio su questa sorta di combinazione e i turisti, anche per evitare di dover cercare articoli particolarmente elaborati, puntano sulla semplicità di un oggetto che riesce a soddisfare le proprie domande.
Tra gli articoli maggiormente gettonati vi sono ovviamente portachiavi e calamite da frigo, che rappresentano la tipologia di souvenir che riesce a rispecchiare perfettamente il concetto di dono da portare a un amico o parente.

L’oggetto particolare del luogo visitato durante le vacanze

L’originalità motiva i turisti ad andare alla ricerca di souvenir che siano totalmente differenti da quelli classici.
Non tutti i viaggiatori si accontentano del solito e banale portachiavi oppure di una maglietta e proprio tale pensiero fa in modo che la voglia di andare alla ricerca di un articolo particolare prenda il possesso della mente dei turisti.
Si tratta, nella maggior parte dei casi, di oggetti di design che piacciono parecchio viste le forme e i materiali unici che caratterizzano tali strumenti, utilizzati per dare un tocco di classe alla propria abitazione e fare in modo che questa possa essere abbellita con stile.
Tra le tendenze che rientrano in questo campo vi sono i busti di pittori e artisti famosi, tipici souvenir particolari che vengono acquistati con maggior frequenza a Firenze, ma anche diverse riproduzioni dei monumenti e strutture tipiche della città visitata.

Particolare attenzione ai materiali, però: il turista non vuole acquistare un souvenir che abbia una durata limitata nel tempo e che potrebbe rovinarsi al primo urto, ma bensì ricerca anche la qualità nella composizione, linee ben definite e ovviamente quel tocco di originalità che conferisce al souvenir quelle speciali ed uniche peculiarità che vengono tanto apprezzate.

Il valore, economico ed emotivo, del souvenir

Per rispondere alla domanda perché i souvenir piacciono parecchio ai viaggiatori, è bene analizzare anche altri due punti di vista fondamentali che motivano tale tipologia di passione, ovvero il valore economico e quello emotivo.
Sul primo aspetto vi è una semplice equazione: maggiore sarà la somma di denaro spesa, superiore sarà l’attrazione che il turista proverà nei confronti di quel determinato tipo di articolo.
Occorre sottolineare però come tale binomio sia da ricercare soprattutto in quei turisti che hanno un reddito abbastanza elevato e che quindi possono permettersi spese di un certo calibro: il valore economico motiva questa categoria di viaggiatori nel ricercare oggetti raffinati il cui prezzo è abbastanza elevato, per poi esporli nella propria abitazione come strumenti che incrementano, a loro volta, l’eventuale prestigio della collezione e dell’abitazione.

Ma anche il fattore sentimentale riesce a spingere una buona fetta di turisti verso la ricerca di un souvenir, seppur in questo caso non si parli di oggetti particolarmente raffinati o caratterizzati da aspetti particolari.
La nostalgia per quei giorni trascorsi in assoluto relax, pensando solamente a divertirsi e a visitare le differenti trappe di una città, vengono fusi attraverso il souvenir che, ammirandolo, riesce a trasmettere nuovamente quelle sensazioni di piacere.

Si può considerare anche una sorta di strumento per combattere lo stress ed evitare di avere sempre quei ricorrenti pensieri negativi che spesso caratterizzano la vita di tutti i giorni: il souvenir particolare e dal valore emotivo elevato, nonché in grado di far provare nuovamente determinate sensazioni, viene visto come del tutto attraente e oggetto che deve essere assolutamente acquistato.

Pertanto sono queste le svariate motivazioni che spingono i viaggiatori a ricercare dei souvenir, i quali rientrano tra le priorità di molti turisti, che spendono gran parte delle loro vacanze alla ricerca di quell’oggetto ideale che deve necessariamente identificare la propria vacanza: ogni turista avrà la sua motivazione che lo spinge a prediligere i souvenir.

0 commenti

Non ci sono ancora commenti su questo documento.

Commenta per primo Clicca qui.

 
Il mondo dei viaggi non è mai stato così brulicante d’attività come oggi, specialmente grazie ai prezzi sempre più permissivi offerti dalle compagnie aeree low cost ed il crescente interesse...
 
Le meraviglie della Toscana: dalle colline alle… idee per souvenir...
 
I souvenir sono divenuti non solo il fulcro del business delle mete turistiche, ma anche un oggetto che i viaggiatori acquistano con grande frequenza e piacere. Vediamo quali fattori comportano...
 
Chiunque ami viaggiare, almeno una volta nella vita, ha messo gli occhi su un souvenir, una tipologia di oggetti che volente o nolente sa farsi notare, incuriosisce l’osservatore, attira l’attenzione....
 
La Loggia della Signoria o dei Lanzi – Firenze In piazza della Signoria, “accerchiata” dal palazzo degli Uffizi, si trova un capolavoro dell’architettura medievale: la Loggia della Signoria, realizzata intorno al 1380 per...
 
Ed ecco che le vacanze stanno per volgere al termine e, come ogni volta, ci stiamo interrogando su quale sia il regalo migliore da portare ai nostri cari, beh, ecco...
 
Come sorprenderla con un souvenir: simbolo del pensiero Da qualsiasi viaggio si ritorna con gli occhi pieni di immagini nuove, profumi, tradizioni e soprattutto storia....
 
Da semplice simbolo a gesto d’amore, la rappresentazione di un capolavoro d’arte sacra è un’ottima idea regalo per portare un angolo d’arte nel cuore di chi amiamo...
 
Arredare mediante l’arte è sicuramente un mezzo ad hoc per personalizzare e rendere unica la vostra casa....
 
Quando il ricordo si trasforma in emozione...
 
Regalare arte a chi si ama è forse il modo più bello di comunicare amore, perché del resto, anche l’amore è un’arte!...
 
La Lupa capitolina è una scultura di bronzo, custodita ai Musei Capitolini, a dimensioni approssimativamente naturali. Viene tradizionalmente considerata di fattura etrusca, si ritiene che sia stata fusa nella bassa...
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto
 
Riassunto