Blog
10/12/2018

Dove nasce “Il Souvenir”

I souvenir sono oggetti che tutti, almeno una volta nella vita, hanno visto, comprato e regalato. Nonostante essi siano piuttosto diffusi, non ci si chiede spesso da dove vengano e per quale motivo si regalino dei souvenir nel momento in cui si ritorni da un viaggio.

Conoscere qualche nozione in merito alla storia dei souvenir e alle loro caratteristiche vi consentirà di poter essere più consapevoli in merito al valore, e al significato, di questi oggetti.

La storia del souvenir

Il souvenir non è un’invenzione recente, anche se alcuni potrebbero pensarlo. Si sono perse le tracce nel corso dei secoli di quelli che furono i primi esempi di souvenir, ma sicuramente l’usanza di portare a casa un oggetto per ricordare un viaggio o un pellegrinaggio è in parte testimoniata a livello storico in modo certo.

In particolare, sembra che a partire dal Diciottesimo secolo si iniziò a diffondere quella che era l’usanza di fare dei viaggi che non fossero solamente “utili”, ma che avessero anche un semplice intento turistico.

Proprio in quest’epoca si iniziò ad utilizzare il souvenir come oggetto grazie al quale testimoniare il fatto di aver compiuto il viaggio, e anche come elemento grazie al quale poter ricordare i luoghi visitati.

Quindi, a partire dal 1700 fu anche possibile trovare molte botteghe che si occupavano di confezionare e di vendere oggetti che potessero ricordare un luogo, un avvenimento o, semplicemente, il fatto di aver visitato una particolare località.

Dove si diffusero i souvenir

I souvenir si diffusero inizialmente soprattutto in quelli che erano i luoghi di culto delle diverse religioni, che venivano visitati, quindi, con un intento che non era puramente turistico.

Molto spesso le persone portavano a casa oggetti che rappresentavano le chiese e i santuari presenti nel mondo, in modo da poter ricordare il viaggio o allo scopo di regalarli ad altre persone.

Proprio con riferimento ai luoghi religiosi si può anche affermare come in essi si potessero trovare gli oggetti che rappresentavano, e continuano a rappresentare, il souvenir con maggiore significato. Infatti, una statuetta di un santo o della Vergine Maria non saranno solo meri oggetti, ma verrà loro attribuito un potere superiore, di protezione, guarigione e così via.

Nel corso dei secoli il souvenir ebbe, poi, la possibilità di evolversi. Infatti, oggi è possibile trovare oggetti, cartoline e ogni genere di creazione in ogni città, anche la più piccola, che possa vedere il passaggio di turisti.

0 commenti

Non ci sono ancora commenti su questo documento.

Commenta per primo Clicca qui.

 
Chi non ha mai ricevuto un souvenir da un amico o un parente che si era recato in una famosa città, oppure in una località di villeggiatura? Il souvenir è...
 
I souvenir sono oggetti che tutti, almeno una volta nella vita, hanno visto, comprato e regalato. Nonostante essi siano piuttosto diffusi, non ci si chiede spesso da dove vengano e...
 
Vi siete mai chiesti quali potessero essere le origini dell’arazzo e dell’arte che prevede l’utilizzo dei tessuti come elemento decorativo? Gli arazzi sono molto apprezzati da tantissimi estimatori, e possono...
 
Vi piacerebbe acquistare delle palle di Natale in ceramica, in modo da rendere davvero unico il vostro albero, ma non sapete a quale stile rivolgervi? Sappiate che esiste un luogo...
 
Città di arte e cultura per eccellenza, Firenze è ricca di tesori e meraviglie ed è impossibile tornare a casa senza aver acquistato alcuni souvenir come ricordo della vacanza trascorsa...
 
Portare a casa dei souvenir in ricordo di un’esperienza di viaggio vissuta è la cosa più normale e più usuale che ognuno di noi non manca di fare, una sorta...
 
Chi non ha mai ricevuto un souvenir nella propria vita? Esso è un regalo, più o meno gradito, che tutti si sono ritrovati in casa almeno una volta nella vita....
 
Tra i souvenir che si possono regalare, quelli che si possono anche acquistare per se stessi, spicca sicuramente l’arazzo. Questo è un oggetto forse non ancora molto diffuso, ma che...
 
Leone di San Marco – Venezia Per Leone di San Marco o Leone Marciano o Leone Alato si intende la rappresentazione simbolica dell’evangelista san Marco, raffigurato in forma di leone...
 
L’arazzo è una forma di arte tessile che si pone a metà strada tra l’artigianato e la rappresentazione artistica. Tecnicamente è un tessuto a dominante di trama (poiché a lavoro...
 
  La Pietà Bandini , Pietà Fiorentina, o del Duomo/dell’Opera del Duomo, è una scultura marmorea (h. 226 cm) di Michelangelo Buonarroti , databile al 1547-1555 circa e conservata nel Museo dell’Opera del Duomo...
 
                Le Cappelle Medicee sono ai nostri giorni un museo statale di Firenze e luogo di sepoltura della famiglia Medici, ricavato da alcune...
 
La fama di queste quattro imponenti statue (riproduzioni in vendita su Gingershoponline ) è dovuta soprattutto al suggestivo e potente stato incompiuto. I nomi delle quattro sculture vennero stabiliti solo nell’Ottocento,...
 
La statua della  Nike di Samotracia venne scolpita a Rodi in epoca ellenistica per commemorare la vittoria della lega delio-attica nella battaglia dell’Eurimedonte, in cui il re siriano Antioco III combatté contro un’alleanza...
 
La Pietà di Michelangelo è una scultura marmorea (altezza 174 cm, larghezza 195 cm, profondità 69 cm) di Michelangelo Buonarroti, databile al 1497-1499 e conservata nella basilica di San Pietro in Vaticano a...
 
Quando si viene a Firenze non mancano i posti da visitare. Uno di questi è sicuramente il giardino delle Rose. Il giardino delle Rose a Firenze è un parco nella...
 
Riassunto
 
Riassunto